Contributo della signora Giovanna Palmiotta del sito Eventi e Stile  

L'entrata in chiesa con le damigelleIl matrimonio, religioso o civile che sia,  rappresenta per le coppie, ed in particolare per le future spose uno dei piu’ importanti eventi della propria vita.
Non c’'è’ donna,  che sin da piccola non abbia pensato tante volte “al suo giorno” come ad un momento magico, unico, irripetibile e perfetto.
Crescendo, il sogno prende forma, si plasma e si comincia già anni prima, magari appena fidanzate,  a fare delle selezioni di  ciò che piace e si vorrebbe realizzare per vivere  “il grande giorno”,   come una favola, mentre il tempo scorre, e ci avvicina al momento in cui il sogno diventerà realtà.

Pubblicità



Molti futuri sposi, cominciano gia’ due anni prima   a cercare chiesa e location, le prime da cui partire per fissare la data, passando  poi  ai “dettagli” che “dettagli” non sono, se si vuol realizzare un evento che abbia un unico filo conduttore.
I dettagli di cui sopra, oltre all’abito da sposa e sposo, le partecipazioni, le bomboniere, il fiorista , il  fotografo  il maestro di musica, ed il viaggio di nozze,  sono anche  quelli che riguardano lo svolgimento stesso della cerimonia, dall’inizio alla fine. A questo  vanno  poi aggiunte la ricerca della casa, e la scelta dei mobili.
Torta di matrimonioOvviamente, il tutto richiede tempo (che spesso manca) ed una perfetta sintonia nei gusti dei futuri sposi. Diversamente, lo stress, e qualche molto probabile litigio, rischiano di far arrivare gli sposi al giorno del matrimonio stanchi  e forse non del tutto soddisfatti del risultato.

Perche’ possa essere tutto perfetto, suggerirei ai futuri sposi di farsi affiancare da una wedding planner, che con la sua collaborazione,  puo’ aiutare loro  nelle scelte, e curare la regia del matrimonio, lasciando cosi’ che il tutto   sia vissuto dai protagonisti in assoluta  serenita’ dall’inizio alla fine.
In quest'’articolo, tratteremo per sommi capi i tempi  che servono per realizzare un matrimonio, approfondendo in maniera dettagliata gli stessi di volta in volta, e tracciando un filo conduttore che leghi i vari argomenti.

Bouquet da sposaUN ANNO PRIMA - Il primo punto e’ sicuramente la scelta della chiesa, che quasi sempre e’ la parrocchia della sposa, anche se sempre piu’  spesso c’e’  la tendenza ad indirizzarsi su chiese diverse da quella di appartenenza. Al parroco si chiede la disponibilita’ della data, gia’ preventivamente ipotizzata dagli sposi, per poi passare alla scelta della location. Cio’ va pianificato almeno un anno prima.
Contemporaneamente si puo’ gia’ guardarsi intorno per la scelta di tutti gli altri servizi, tenendo presente che le nuove collezioni di abiti da sposa, cosi’ come le bomboniere, non sono quasi mai disponibili prima della fine di novembre.

SEI MESI PRIMA - Sei mesi prima del matrimonio invece, si preparano i documenti, e si comincia la selezione per la scelta dell’abito da sposa, e se ci sono, anche quella delle damigelle e dei paggetti. Contemporaneamente si scelgono i testimoni  e se ne comunica loro la scelta.

Partecipazioni e segnaposti per il matrimonioCINQUE MESI PRIMA - Subito dopo, cioe’ cinque mesi prima del matrimonio, si stila una lista degli invitati, ed una lista delle famiglie a cui inviare la partecipazione. Contemporaneamente, si scelgono le partecipazioni ed il tableau che sara’ in tema con tutto il resto.
Se ci sono invitati che giungono da localita’ molto lontane, si cerca anche una sistemazione in hotel
(importante soprattutto perche’ molti matrimoni avvengono in estate, stagione in cui gli alberghi sono maggiormente richiesti).
 
TRE MESI PRIMA - In genere tre mesi prima, ma  io suggerirei un primo approccio gia’ precedentemente, (come sopra detto)  si contattano il fiorista, il fotografo, il maestro di musica, l’estetista, il parrucchiere, il tipografo,  si prenota il viaggio di nozze, e per chi decide di farla, si sceglie un negozio in cui redigere una lista nozze.
Lo stesso tempo vale anche per la scelta definitiva  delle bomboniere, soprattutto se molto particolari per genere, o di un numero elevato, dando cosi’ la possibilita’ al negoziante, nel caso in cui non avesse a disposizione tutta la quantita’ richiesta, di potersi rifornire per tempo.
Tutto questo ovviamente, se si hanno le idee chiare su cio’ che si vuole. Diversamente, i tre mesi, devono essere almeno sei , per evitare di dover poi fare scelte “di ripiego”.

Acconciatura da matrimonioDUE MESI PRIMA - Due mesi prima si i spediscono inviti e partecipazioni,   si definisce il menu’ del ricevimento, e si scelgono l’abito  dello sposo e le fedi.

UN MESE PRIMA - Un mese prima si rivede la lista degli invitati, che avranno dato certamente già un cenno di adesione, si preparano i posti a sedere, decidendo come articolare il tutto sul tableau che si redigerà  una settimana prima, quando tutti avranno dato la loro adesione  e si ripete la prova dell’abito, compresa quella di paggetti e damigelle.

UNA SETTIMANA PRIMA - Una settimana prima prove trucco e parrucchiere, breve riunione con paggetti, damigelle e chi si occuperà di tutti i dettagli ( se non si dispone di una wedding planner ci si affida alla mamma, alla sorella o ad un’amica molto intima sempre che non sia la testimone).
Ultima prova dell’abito da sposa, compilazione del tableau, preparazione della valigia per il viaggio di nozze, addio al celibato/nubilato.
Per quanto possiate scegliere per il vostro matrimonio scarpe comode, e’ sempre bene usarle un po’ magari camminando in casa, in modo da evitare dolori che inevitabilmente si leggerebbero sul vostro viso. 

Abito da sposaUN GIORNO PRIMA - Un giorno prima seduta dall’estetista per pedicure e manicure.  Importante anche preparare tutto l’occorrente per ritoccare il trucco, controllare che la location abbia disposto i posti come richiesto, e fare una telefonata per verifica a parrucchiere, fotografo, fiorista ecc.
Se affidate il tutto ad una wedding planner, non saranno vostri, ma suoi compiti quelli sopra citati.
E ora tutto e’ pronto.
Date un ultimo sguardo alla vostra casa da nubili, ed avviatevi all’altare al braccio dell’emozionatissimo papà.

UNA CURIOSITA' SUL MATRIMONIO  (ne tratteremo una per ogni articolo)
Anticamente si ricorreva al velo per nascondere il volto della sposa agli spiriti maligni.

Prossimo argomento trattato : Chiesa e Location per il rinfresco 

Le immagini e l'idea di questa particolare realizzazione sono un copyright (c) di Giovanna Palmiotta

E' proibita la riproduzione per scopi commerciali.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla Newsletter

Iscrivendoti alla newsletter di Hobbydonna rimarrai aggiornata su tutte le nostre novità!
Non ti invieremo MAI spam... garantito!
I agree with the Privacy policy

Link consigliati

Calendario Fiere

Giugno 2019
L M M G V S D
27 28 29 30 31 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30