Denise Beilby

Denise Beilby è sicuramente una delle Découpeuse più talentuose al mondo. Le sue opere tolgono il fiato per la scelta curata delle immagini utilizzate nella decorazione, per l’armonizzazione perfetta tra composizione e sfondi, e per la cura della finitura che nulla ha da invidiare alle porcellane più fini.
Denise Beilby is definitely one of the most talented découpeuse in the world. Her art works take your breath away for the images’ wonderful choice, for the perfect fusion between designs and backgrounds, and for the care she puts when finishing works, so as they are not less worthy then the most fine porcelaine.

Pubblicità

Molti Découpeers italiani hanno potuto ammirare i tuoi meravigliosi lavori sul tuo sito web Studio D and Design. Ma dicci qualcosa in più su questa stupefacente artista che è Denise Beilby.

Da piccola sono cresciuta in una cittadina settentrionale del New South Wales. In seguito mi sono trasferita nella città di Sidney. Ho lavorato come analista contabile per una compagnia internazionale di computer.
Oggi sono mamma single di due ragazzi di 22 e 20 anni, e di una figlia di 16.
Lavoro nella gestione clienti per una company che fornisce soluzioni per l’archivio di film e video.
Many Italian Découpeers admire your marvellous works on your web site Studio D and Design. But tell us something about this amazing creative person that’s Denise Beilby  
As a child I grew up in a small country town in the northern parts of New South Wales.  Later I moved to the city, Sydney and worked as a business analyst for a large international computer company.
I am now a single mother of 2 boys (aged 22 and 20) and a daughter aged 16. 
I am currently working as an Account Manager for a company that provides archive solutions for film and video.

Com’è iniziata la tua passione per il découpage?

Da quanto mi ricordo mi sono sempre divertita a creare vasi in argilla – creando forme sul tornio – ciò andava bene, ma quando si trattava di decorare questi oggetti mancava l’abilità necessaria; doveva esserci un’alternativa agli smalti.
Ad una Fiera locale ho visto per la prima volta il découpage e ne fui affascinata. Poiché il mio interesse particolare era nella ceramica, trovai una meravigliosa insegnante –Val Lade. Val era un’artista che negli anni ‘70 aveva iniziato a ricercare il découpage del 18° secolo. La prima volta che ho visto i suoi splendidi lavori compresi che avevo trovato qualcosa di veramente speciale, e così è iniziata la mia passione per il découpage.  
How did your passion for découpage start? 
For as long as I can remember, I dabbled in creating clay pots—hand building as well as throwing shapes on the potter’s wheel.  The shapes were reasonable but when it came to decorating the items I lacked the necessary skills, there had to be an alternative to glazing.  At a local Arts and Craft exhibition I first saw Decoupage.  I was captivated. Because of my particular interest of working on ceramics I found a wonderful teacher—Val Lade.  Val was an artist who in the 70’s began researching 18th Century Decoupage.  The first time I saw her beautiful work I knew I had found something very special and my passion for decoupage was born.

Puoi spiegarci brevemente come si sviluppa la tua attività creativa (insegnamento, vendita su commissione etc)?

Denise Beilby al lavoroMolti dei corsi che sviluppo sono dedicati a gruppi specifici.
Durante le lezioni i miei studenti identificano le aree che vorrebbero approfondire, che so composizione, colore. Talvolta individuo personalmente le aree che meglio devono essere focalizzate. Sviluppo i corsi sulla base delle esigenze degli studenti.
Quanto ai miei progetti personali, semplicemente “vengono”. Mi innamoro di un’immagine o di un concetto e tutto parte da lì. Penso continuamente alla composizione, all’oggetto che userò e così via, fino a che non sono felice di cominciare. Molte delle mie composizioni comprendono diverse immagini e la ricerca di immagini che si armonizzino tra loro è sempre una sfida.
Mi piace utilizzare insieme immagini classiche e contemporanee. C’è sempre un modo per farlo.
Raramente lavoro su commissione. Mi sento costretta dalle aspettative del committente. 
Could you please briefly explain how you develop your creative activity         (training courses, special objects orders etc.)?
Most of the courses I develop are to meet a specific group.  During classes my students identify areas they would like to learn more about for example, design, colour.  Sometimes I see areas that need more focus.  I develop courses to meet student’s need.
My personal projects “just happen”.  I will fall in love with an image or a concept and it goes from there.  I think about the design constantly, the object I will use and so on, until I am happy to begin.  Most of my designs comprise many images and finding the images that are in harmony is always a challenge. I love to use traditional and contemporary images together. There is always an answer.
Very rarely will I do a commission.  I feel constrained by the expectations of the commissioner.
 

Definisci il tuo lavoro “Découpage del 18° secolo”: puoi spiegarcene le peculiarità, e in modo particolare come concepisci progetti e idee, selezioni le immagini e a cosa ti ispiri nella realizzazione degli sfondi ?

Le peculiarità del découpage del 18° secolo sono la sua bellezza e la sua accessibilità. Molti lavori lasciano lo spettatore chiedendosi se la composizione sia dipinta da un artista e in molti casi la carta utilizzata per realizzarla non è neppure considerata. Personalmente curo molto la composizione. Se un’immagine non mi piace non la uso, ed è questo che consiglio ai miei studenti. Anche lo sfondo ha una grande importanza nel découpage ed in molti casi è proprio dettato dall’immagine scelta. E’ questa che mi da l’indizio su cosa fare. Cerco movimento, emozione, texture. Cerco di fare “mio” il pezzo, evitando di replicarmi. Mi ispiro ai grandi maestri della pittura, fotografia, ceramica, costumisti ed architetti.
You define your work “18th century découpage”. Could you explain its peculiarity, and in particular how do you conceive project and ideas, select images, and what does inspire you in background colours selections?
18th Century Decoupage’s peculiarity is its beauty and accessibility.  Most finished pieces leave the viewer wondering if the design is painted by an artist and in most cases the use of paper to craft the design is not considered. I am constantly thinking about designs.  Images are very important.  I must love the image otherwise I will not use it.  In fact I counsel my students if they do not love the image then we will not use it.  The background is very important part of decoupage.  The background in most cases is dictated by the image. When deciding on the background colour I look into the image for a hint as to what I should do.  I look for emotion, movement and texture.  I endeavour to make the piece “mine” and am very mindful of not to replicate pieces—I draw inspiration from the great masters of painting, photography, potters, costume designers and architects.

Opere di Denise Beilby                    Opere di Denise Beilby
clicca sulle foto per ingrandire ( click to enlarge)

Découpage e internet. Ritieni che la rete sia un utile strumento di informazione nel nostro settore?

Assolutamente. Non solo ti consente di avere accesso ad informazioni non sempre disponibili con mezzi convenzionali, ma avvicina artisti legati da interessi simili. Se non fosse stato per internet non avrei partecipato a quest’intervista. Molte persone interessate al découpage hanno visto i miei lavori in internet e mi hanno contattato. Internet è il vaso di Pandora per le risorse – immagini, design, tecniche e informazioni.
Decoupage and internet. Do you consider the net a useful instrument of information in our artistic field??
Absolutely.  Not only do you have access to more information that is usually available by conventional means, likeminded artists are brought together.  If it was not for the internet I would not be participating in this interview.  Many interested in decoupage have seen my work on the internet and have contacted me.  The internet is a Pandora’s Box of resources—images, designs, techniques and information.
 

L’Australia è terra di grandi talenti del découpage. Oltre te ricordiamo i nomi di Val Lade, Nerida Singleton, artisti che hanno ispirato i découpeers di tutto il mondo. Com’è adesso il panorama del découpage nel tuo Paese?

Hai perfettamente ragione. L’Australia ha davvero molti talentuosi découpeers. Val Lade e Nerida Singleton hanno determinato lo sviluppo del découpage nel mio Paese e sono stati fonte di ispirazione per molti, infatti il découpage è molto diffuso tra gli Australiani. Per chi si avvicina a quest’arte talvolta è difficile credere che ciò che vedono sia découpage e non pittura.
Australia is the land of great talented decoupage artists. Besides you, Val Lade, Nerida Singleton and other artists who inspired découpeers everywhere. How is nowadays Australian outlook in découpage?
You are right about Australia having talented découpeers.  Val Lade and Nerida Singleton have been instrumental in the development of decoupage in Australia and have provided inspiration to many. Decoupage is still practised by many Australians and for those who encounter decoupage they are “blown away”—they cannot believe what they see is decoupage.

Come artista fai riferimento a qualche associazione di settore che opera in Australia?

Sostengo l’Associazione Australiana, e credo che svolga un ruolo davvero importante nella diffusione di questa forma d’arte. 
As an artist, do you attend a découpage Guild in Australia?
I support Guilds in Australia and I believe they play a very important role in promoting the art form.

Opere di Denise Beilby                   Opere di Denise Beilby
clicca sulle foto per ingrandire ( click to enlarge)

Come insegnante, quali sono i criteri che adotti nel valutare il lavoro dei tuoi allievi??

Non ho criteri formali di valutazione, sebbene un aspetto su cui sono molto pedante sia la finitura. Credo che la finitura sia tutto. La migliore delle composizioni perde ogni valore se la finitura è fatta male. I miei studenti hanno modo di verificare quanto tenga a questo aspetto del lavoro, ma la gioia che mettono in quello che fanno è davvero gratificante. 
As a teacher, how do you value your students’ works, I mean do you have    particular evaluations criteria?
I do not have formal criteria for evaluating my student’s work although there is one thing I am very pedantic about and that is the finish.  I believe the finish is everything.  You can have the most wonderful design but if the finish is not the best it can be, then everything is lost.  My students will verify this.  The joy my students feel in doing decoupage is very satisfying.  For those who do decoupage, they truly do enjoy it.

Potremmo dire che il découpage del 18° secolo sia l’aspetto più caratteristico del découpage australiano, o c’è qualche nuova tendenza che sta prendendo piede? E se si, quale?

Non dico che il Découpage del 18° secolo sia l’aspetto maggiormente rappresentativo del panorama australiano, ma certamente è prominente. Parliamo di un’arte in evoluzione, c’è chi aderisce strettamente a questa forma di découpage e chi sperimenta. Io faccio parte di quest’ultimo gruppo. Val Lade mi ha trasmesso gli aspetti bellissimi e tradizionali del découpage, di cui sono ancora innamorata, ma ultimamente ho spostato i confini a composizioni molto più contemporanee. Ciononostante seguo la tecnica del Découpage del 18° secolo.. 
 Could we state that 18th century découpage is the most representative aspect of Australian Découpage, or is there a new tendency getting a foothold? And if so which?
I would not say that 18th Century Decoupage is the most representative of decoupage in Australia but certainly is prominent. Decoupage is an evolving art form.  There are those who adhere strictly to 18th Century Decoupage dictum and then there are others who experiment. I believe I fall into the latter group. Val Lade taught me the traditional, beautiful aspects of decoupage, which I still love, but more recently I find I am pushing the boundaries with more contemporary designs.  Having said this I do follow the 18th Century technique.
  

Cosa pensi dell’attuale panorama italiano nel campo del découpage?

Considero il découpage bello e vivo in Italia. E così deve essere, dopotutto se non fosse per la tradizione veneziana del 18° secolo non ci sarebbe il découpage come lo conosciamo. Il découpage italiano è davvero bello.
What do you think of current Italian Découpage?
I think decoupage is alive, well and beautiful in Italy.  As it should be.  After all, if it wasn’t for the Venetians of the 18th century, there would be no decoupage as we know it. Italian decoupage is truly beautiful.

Opere di Denise Beilby     Opere di Denise Beilby      Opere di Denise Beilby
clicca sulle foto per ingrandire ( click to enlarge)

Trovi, almeno in parte, una similitudine tra il panorama italiano e quello australiano? Intendo per gusti, tecniche, finitura?

I gusti sono una questione personale. L’Australia è una società multiculturale ed è pertanto influenzata da molte culture e questo è fantastico. Molti découpeers sono influenzati dalla tradizione italiana e non considerano altro. Così come altri utilizzano composizioni e tecniche di gusto contemporaneo. Anche tecnica e finitura variano a seconda dell’artista. Per me, come ti ho detto, sono molto importanti. Sebbene utilizzi prodotti moderni seguo i metodiche tradizionali, es. pittura, composizione, ritaglio, verniciatura, carteggiatura e lucidatura . 
In your opinion, are there similar aspects between Australian and Italian way of conceive Découpage? I mean techniques, tastes, finish?
 “Taste” is a very personal matter.  Australia is a multicultural society and is influenced by many aspects of various cultures—this is fantastic. Many découpeers in Australia use the more traditional Italian designs and would consider nothing else.  Then there are others who use the more contemporary images and design techniques.
“Technique and finish” can vary and depends on the découpeur.  For me the technique and finish is important.  Whilst we use modern products, the technique follows the traditional methods i.e. painting, design, cutting, lacquering, sanding and polishing.

Sei una mamma single. Come si concilia una tale stupefacente creatività con i problemi familiari di tutti i giorni?

Con grande difficoltà. Faccio del mio meglio. Non ho mai abbastanza tempo per me da dedicare al découpage. Almeno fino a che i miei ragazzi non saranno abbastanza grandi da vivere la loro vita autonomamente. 
Well, and now back to you… You’re a single mother. How is it possible to combine both, a great creativity and the everyday familiar problems that require practical purposes?
With great difficulty.  I do the best I can.  There is never enough time for me to devote to decoupage.  My children are almost grown and will soon be pursuing their own lives, then, there will be time for decoupage.

So che sei un’insegnante fantastica, personalmente riconosco il grande merito che hanno avuto nella mia formazione i consigli che mi hai dato sull’uso del colore, e il grande incoraggiamento ad osare. Che consiglio daresti alle nostre lettrici che vogliano raggiungere un buon livello nel découpage?

Incoraggio I miei studenti ad “osare”, come dici tu ( mi piace l’espressione). Non saprai mai di cosa sei capace se non provi. Del resto la cosa peggiore che può capitare è ricominciare da capo. Caso contrario, realizzerai un oggetto meraviglioso unico nel suo genere. Parte di questo “osare” è rappresentato dal pensare fuori dalle regole. Spingi oltre i limiti e resterai sorpresa dai risultati. E più di tutto divertiti con ciò che fai.
Grazie Roberta per avermi dato questa opportunità.  
I know that you’re a fantastic teacher, and personally recognize the big credit you have in my professional training for all the suggestions about the use of colours, images selections and the big encouragement to dare. Which suggestion would you kindly give to our readers who want to reach a good level in this marvellous art that’s Découpage?
 I encourage my students to “dare” as you put it. (I like that.)  You never know what you will achieve unless you try.  What is the worst that might happen—you start all over again.  At best you will end up with a wonderful piece of decoupage unique in its own right. Part of daring is to think outside the square.  Push boundaries you may be surprised with the results.  Most of all enjoy what you are doing. 
Thank you Roberta for giving me the opportunity to participate.

Opere di Denise Beilby                Opere di Denise Beilby
clicca sulle foto per ingrandire ( click to enlarge)

Il sito di Denise Beilby:  www.studiod.decoupage-online.com
Il sito dell'Associazione Australiana di Decoupage: Decoupage Guild of Australia


Risorse sul Découpage su Hobbydonna:

Tutorial decopupage
Progetti natalizi di Découpage
Libri e manuali in Italiano sul Découpage

Le immagini e l'idea di questa particolare realizzazione sono un copyright (c) di Hobbydonna.it

E' proibita la riproduzione per scopi commerciali.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla Newsletter

Iscrivendoti alla newsletter di Hobbydonna rimarrai aggiornata su tutte le nostre novità!
Non ti invieremo MAI spam... garantito!
I agree with the Privacy policy

Link consigliati

Calendario Fiere

Luglio 2019
L M M G V S D
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31 1 2 3 4