Manuela Lombardi

1)  Come è iniziata la tua passione per la creatività?

Sin da piccolissima mi hanno sempre interessato tutte le forme d’arte e in genere i linguaggi di tipo artistico, verso i quali ho mostrato da subito una certa predisposizione, anche caratteriale se vogliamo.
Il mio incontro con la creatività lo riconduco alla mia infanzia, quando, stanca dei giochi di bimba, mi fermavo di tanto in tanto ad osservare un anziano zio che intagliava statuine nel legno. Ricordo ancora il fascino che avevano su di me quelle mani che incidevano con un piccolissimo coltellino il pezzo di legno, fino a farne uscire con maestria e sensibilità d’occhio, forme fantastiche.
Le mie mani hanno iniziato i primi passi nella creatività disegnando, tagliando e cucendo vestitini per la mia bambola preferita, la Barbie, e poi andando avanti con l’età si sono concentrate sull’esercizio del disegno, alternato allo studio del pianoforte.
Musica e pittura: le mie più grandi passioni e ciò che con loro andavo di volta in volta creando: il mio universo.
Ora la mia passione per la creatività e per tutto ciò che le mani sanno ideare e costruire si concentra sulle arti decorative.

Pubblicità

2) In che modo hai trasformato il tuo hobby in lavoro?

Ad esser sincera non ho ancora trasformato il mio hobby in lavoro e vorrei che ciò non accadesse mai; vorrei poter rimanere con la passione autentica di cui l’esercizio di un’arte qualsiasi abbisogna. La passione per un’arte in genere è come  la fase dell’innamoramento….è qualcosa di vitale e di vivo.
Si, il lavoro può essere qualcosa di vivo, può costituire una passione, ma reca sempre  con se l’abitudine , la ripetizione , il senso del dovere, cose che a mio parere non vanno d’accordo con l’esercizio di una passione.
Quindi, anche se il mio hobby, che chiamerei piuttosto passione, occupa gran parte delle mie giornate con impegni anche a scadenza, non lo definisco il mio lavoro, che a tutti gli effetti rimane quello dell’insegnante di scuola elementare.

3) Potresti raccontare in che modo si articola la tua attività di creativa (negozio,  laboratorio,  internet, corsi, lavori su commissione, riviste , libri e Tv)?

Ho un laboratorio presso la mia abitazione, che costituisce il mio regno, il mio paradiso, dove organizzo il mio lavoro…pardon: passione, tra realizzazioni di commissioni di privati, corsi su tecniche decorative di vario genere, e collaborazione con riviste e portali creativi.
Ho un punto vendita al quale faccio riferimento per l’esposizione e la vendita delle mie creazioni.
Ho, inoltre, un sito internet che periodicamente aggiorno con le mie pubblicazioni, nuovi lavori e realizzazioni passo passo.
Ed ho un’attiva ed intensa vita su facebook dove scambio opinioni, chiacchiere e commenti con i miei amici d’avventura
Il mio sito è all’indirizzo: www.manuelalombardidecorazioni.com
Collaboro, ormai da più anni con la Lotus Publishing, comparendo con molti progetti e con carte per decoupage su Idee Decoupage e con lavori di decorazione a più alto livello su Casa Chic.
 Ho collaborato, inoltre, per un breve periodo con la Tattilo Editrice.
Miei progetti e corsi sono anche sul portale Creareinsieme.
Ed ultimamente ho dipinto carte per decoupage per il marchio Hobby and Shop.

4) Da che cosa prendi spunto per le tue creazioni, come nasce il processo creativo?

Ciò che più mi affascina è lo studio e la ricerca delle forme decorative che hanno interessato il passato. Ed è proprio dal passato che mi lascio ispirare.
Cerco attraverso le mie creazioni di far rivivere stili che hanno interessato epoche ormai trascorse, in un gioco di imitazione- creazione di qualcosa in grado di comunicare e far apprezzare ideali di estetica molto diversi dagli abituali.
Chi mi segue e mi apprezza riconosce nel mio stile le influenze degli schemi decorativi italiani ed esteri: le grottesche, le print room, lo stile gustaviano e quello provenzale, per passare attraverso il vittoriano e le contaminazioni orientali.
Non c’è un modo sempre lineare nella nascita di un processo creativo. A volte si prende spunto da un’immagine, altre volte da un’idea o da un sogno (per esempio nella realizzazione di un trompe l’oeil) o ancora da un supporto o dalla forma di un mobile che richiama un certo stile particolare piuttosto che un altro. Un processo creativo è tale anche perché non percorre sempre la stessa strada.

5) Quali tecniche hai sperimentato e quali in questo momento prediligi?

La tecnica di decorazione che ho sempre amato di più e che rappresenta, ogni volta che la affronto, una sfida con me stessa, è quella del trompe l’oeil di piccole dimensioni. Quello da tavolino per intenderci. Mi piace immaginare cosa si può vedere all’interno di una scatola o quale oggetto può richiamare alla mente la vista di un sasso da una forma particolare per esempio, e da qui far nascere il mio progetto.
Ma mi piace anche misurarmi con svariate altre tecniche di decorazione che vanno dal decoupage  alla print room su pareti o complementi d’arredo, dallo stencil alle tecniche di decapaggio o pittura dei mobili, dalla doratura alla creazione di bijoux con materiali molto poveri come i sassi raccolti ovunque ce ne siano di belli. Insomma mi piace sperimentare un po’ di tutto, ma poi ritorno sempre, arricchita, al mio amore : la pittura e allora dipingo fiori (altra mia passione) e carte per decoupage.

6) Sei autodidatta o hai partecipato inizialmente a dei corsi?

Diciamo che gran parte dei procedimenti tecnici li ho appresi leggendo e studiando da sola e poi sperimentando direttamente. Ho frequentato, seppur per breve tempo, l’Accademia delle belle Arti e quindi ho potuto imparare lì le basi del disegno e le teorie sui colori, prospettiva e tutto ciò che riguarda l’arte pittorica in genere. Ho frequentato poi dei corsi di breve durata su tecniche quali lo stencil e il decoupage. Ma ritengo di aver formato e di continuare a formare il mio gusto e di migliorare le mie capacità  con la sperimentazione diretta sui materiali, con lo studio degli stili e con la frequentazione di musei e in genere con l’allenamento dell’occhio verso quelle che ritengo le forme di bellezza artistica in genere.

7) Ti tieni aggiornata sulle novità del settore?

Per quanto mi è possibile si. Mi piace molto sperimentare nuovi prodotti.

8) Visiti o partecipi a fiere all’estero?

Ho partecipato e partecipo a fiere in Italia. Per il momento sono presente all’estero con pubblicazioni sulla rivista ungherese di decoupage di una carissima “collega” Zsofia  Kardos e mantengo contatti con il resto del mondo attraverso internet.

9) Pensi che internet sia uno strumento utile per informarti?

La condivisione veloce di notizie, pareri, procedimenti e tant’altro è utilissima; e questo costituisce l’informazione, appunto. Ritengo però necessario che ogni argomento, ogni tipo di informazione debba poi tradursi in conoscenza e questo può avvenire attraverso lo studio personale e la sperimentazione diretta.
Ritengo utilissimo internet, quindi,  per la condivisione istantanea e veloce di argomenti e discussioni e per i contatti che si possono avere in tempo reale  con persone che condividono le tue stesse passioni.

10)  A quale attività ti stai dedicando in questo periodo?

Il mio appuntamento fisso in edicola fa si che l’attività alla quale mi dedico con più costanza sia la realizzazione di progetti passo passo per le riviste.
A questa alterno commissioni private e creazioni per puro diletto.

11) Quali sono i tuoi progetti per il futuro?

Più che progetti ho un sogno. Potrebbe sembrare un’ambizione, ma è solo il mio sogno che da anni coltivo: quello di diventare un punto di riferimento italiano nel mondo degli hobby creativi.

12) Qual è la tua visione odierna del panorama dell’ hobby in Italia?

La voglia di fare è nata con l’uomo. La volontà di abbellire, ornare, di creare oggetti con le proprie mani è ineliminabile e anche se in forme diverse  durerà quanto durerà l’uomo. Ci sono periodi di maggior diffusione di un hobby rispetto ad un altro, ma non c’è o ci sarà mai totale assenza di “voglia di fare” con le proprie mani. L’Italia poi è per tradizione un paese di “creativi” ; siamo, quindi, grandi esportatori di stili e tecniche, anche se molto spesso ce ne dimentichiamo a favore di ciò che ci propone il mercato estero. Dicendo questo non intendo affatto essere polemica, ma semplicemente ricordare che abbiamo tradizione, stile e tecniche da vendere.

13) Quali sono a tuo parere le tecniche che in futuro avranno maggiore successo?

Nella storia gli stili e le tecniche subiscono gli influssi delle mode, possono essere messi da parte per periodi più o meno brevi, ma poi tornano e si vestono di nuovo. Pensiamo per esempio a quante volte il decopuage nel corso dei secoli è stato dimenticato per poi tornare in auge con sempre maggior forza. Non saprei immaginare quale tecnica decorativa avrà successo in futuro; credo che ogni persona appassionata saprà fare riferimento a ciò che più ama.

14) Hai qualche consiglio da regalare a chi inizia l’avventura nel mondo creativo?

La creatività, a mio avviso,  è ciò che più ci realizza in quanto uomini. Saper adoperare le proprie mani per la realizzazione di qualcosa di unico è quanto di più gratificante ci possa essere, se pensiamo anche all’enorme potere catartico che ha il saper fare con le proprie mani. Ogni persona nasce, a mio avviso con un potenziale creativo (la creatività è qualcosa di insito nella natura umana). Saranno poi le esperienze della vita che sapranno valorizzare o al contrario mortificare questo potenziale. Io come insegnante mi sono sempre battuta perché nelle scuole si insegni ad esercitare la creatività. Il mio consiglio è quello, innanzitutto, di non perdere mai di vista questo potenziale e di cercare di esercitarlo in ogni aspetto della propria vita, senza mai sentirsi incapaci o insicuri. Mi ripeto: creare è quanto di più bello ci possa essere e non importa tanto il risultato del nostro lavoro, quanto invece il percorso che intraprendiamo nel processo creativo. E quanto più appassionato sarà questo percorso, tanto più appassionanti saranno i risultati raggiunti.  Non avere mai paura, quindi, di provare, sperimentare, fare …alla luce della propria passione.

Curriculum vitae

Appassionata ed esperta di svariate tecniche decorative, vive e lavora nella provincia di Frosinone.
Esegue lavori su commissione di trompe l'oeil, print room, stencil, decorazione dei mobili e complementi d'arredo. Tiene corsi privati presso il suo laboratorio e collabora da diversi anni con le più significative riviste del settore decorativo: Idee Decoupage, Casa Chic e Decoupage e creatività in Italia. E’ presente anche all’estero con pubblicazioni sulla rivista ungherese Decoupage”.
Dipinge, inoltre, carte per la rivista Idee Decoupage e Decorazione della Lotus Publishing.  Ultimamente ha prodotto la serie “Grottesche” per Hobby and Shop.
Ciò che  più l'affascina, e la impegna nello studio e nella sperimentazione di svariate tecniche decorative (trompe l'oeil, decoupage, Print room, stencil, decorazione murale a grisailles o grottesche, ecc) è la possibilità di poter agire sulla realtà modificando le "cose" a proprio piacimento, attribuendo una nuova veste o funzione agli oggetti o dando valore ad ambienti altrimenti anonimi.
È soprattutto al passato che fa riferimento e in particolar modo ai periodi e ai contesti culturali nei quali le arti decorative, e la decorazione in genere, hanno avuto un ruolo da protagoniste.
Manuela cerca, attraverso la realizzazione di ambienti o la decorazione di mobili ed oggetti, di far rivivere stili che hanno interessato epoche ormai trascorse in un gioco di imitazione- creazione di qualcosa in grado di comunicare e far apprezzare ideali di estetica molto diversi dagli abituali.

I suoi contatti:
il  sito : www.manuelalombardidecorazioni.com
e-mail : lombardimanuela@yahoo.it

Scopri i suoi progetti sul nostro portale:

- Decorazione di una vecchia specchiera

- Quadretti con fondo magma

Le immagini e l'idea di questa particolare realizzazione sono un copyright (c) di Hobbydonna.it

E' proibita la riproduzione per scopi commerciali.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla Newsletter

Iscrivendoti alla newsletter di Hobbydonna rimarrai aggiornata su tutte le nostre novità!
Non ti invieremo MAI spam... garantito!
I agree with the Privacy policy

Link consigliati

Calendario Fiere

Ottobre 2019
L M M G V S D
30 1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31 1 2 3