progetto pasta sintetica scatolina progetto pasta sintetica scatolina

 

La lavorazione del coperchio è abbastanza impegnativa, ma il resto è come bere un bicchiere d'acqua... Fidatevi!


MATERIALE

- Fimo soft blu, fimo soft giallo, fimo soft bianco, fimo soft nero oppure tre tonalità di blu + fimo nero
- Scatolina da rivestire
- Vinavil
- Vernice acrilica nera - io ho usato neopaque
- 1 recipiente usa e getta - io ho usato un bicchiere di plastica
- 1 bacchettino di legno per mescolare
- 1 asciugacapelli
- 1 grattugia brayer - oppure una bottiglia
- Carta da cucina

Pubblicità



progetto pasta sintetica scatolina progetto pasta sintetica scatolina

ESECUZIONE

1 Usando una matita o una biro, segnate, tenendo la scatolina chiusa, il bordo in cui il coperchio tocca la base. Dovete appoggiare la punta della matita al bordo del coperchio e tracciare una linea continua. Tenete la mano leggera.

2 Coprite la scatolina con una mano di vinavil. La riga che abbiamo tracciato prima serve per farci mettere il vinavil solo dove serve. Lasciate asciugare, tenendo le parti piene di colla all'insù, per almeno tre ore.

progetto pasta sintetica scatolina3 Cominciamo a preparare il nostro polymer clay scegliendo i colori: potremo utilizzare le tonalità del blu che abbiamo in casa, o potremo partire da un unico blu che verrà mixato con bianco e giallo in proporzioni differenti, per ottenere tre, o quattro se preferite, tonalità di blu. Create tre/quattro palline del diametro di circa 30 mm. Create una piccola pallina nera. Condizionate bene e poi mettete su una mattonella, che metterete nel frigorifero per circa due ore, insieme alla grattugia.

4 Prendiamo una pallina qualsiasi e grattugiamola con la grattugia che destineremo, da ora in avanti, solo ed progetto pasta sintetica scatolinaesclusivamente all'utilizzo con polymer clay. Usate i fori più grossi della grattugia. Quando sentiamo che la nostra pallina si sta ammorbidendo, è tempo di rimetterla in frigorifero e cominciare a grattugiare un altro colore. La piccola pallina nera è sufficiente tagliarla a tocchetti minuscoli con il cutter.

5 Nel bicchiere di plastica versiamo circa un cucchiaino da caffé di vernice nera.

progetto pasta sintetica scatolina6 Prendiamo uno qualsiasi dei frammenti ottenuti con la grattugiatura, e arrotoliamolo senza curarci troppo della sfericità, anzi lasciandolo volutamente non ben chiuso. Lasciamolo cadere nel bicchiere con la vernice, e ripetiamo la noiosa operazione per tutti i pezzetti restanti... progetto pasta sintetica scatolinaPer sveltire il lavoro potete anche immergere nella vernice alcuni pezzi non arrotondati del tutto, volendo.

7 Ora che tutto il grattugiato è nel bicchiere, utilizzando uno stecco di legno o altro oggetto "a perdere" mescoliamo delicatamente il polymer clay con la vernice nera, fin che ne sia ben colorato.

8 Su un foglio di carta da cucina rovesciamo tutto il contenuto del bicchiere, che apparirà come una massa nero-blu, e assorbiamo delicatamente l'eccesso di vernice. Lasciamo riposare per un quarto d'ora almeno.

9 Ora dobbiamo formare una palla. Volendo evitare di riempirsi le mani di vernice potremo indossare dei guanti in lattice. La palla non dovrà avere all'interno spazi vuoti, quindi comprimiamola bene. Alla fine le daremo la forma di un corto salsicciotto.

10 Scaldiamo il nostro salsicciotto con l'asciugacapelli e prendiamo una lama bene affilata. Tagliamo via uno strato sottile - la prima fetta - che metteremo da parte. Aiutandoci con un pettine, o con un centimetro, pratichiamo sulla superficie nera dei tagli che ci faranno da guida quando sarà il momento di tagliare le altre fette, permettendoci di realizzarle tutte dello stesso spessore.

11 Tagliamone fino ad esaurimento del salsicciotto. Ora scaldiamone alcune con l'asciugacapelli (questo previene il frantumarsi della fetta mentre viene passata tra i rulli). Passiamone tre o quattro nella macchina della pasta, aperta al massimo spessore, ma una alla volta e passandola sia verticalmente che orizzontalmente. Prendiamone una e disponiamola sulla scatolina, badando che non si creino bolle d'aria tra la superficie della scatola ed il polymer clay, che deve aderire bene. Disponiamo fette, e pezzetti di fette, sul coperchio, fino a ricoprirlo interamente. Sarà nostra cura tentare di eseguire un lavoro più liscio possibile, senza scalini e senza bolle d'aria.

progetto pasta sintetica scatolina progetto pasta sintetica scatolina progetto pasta sintetica scatolina

progetto pasta sintetica scatolinaprogetto pasta sintetica scatolina12 Con un pezzo di carta da forno copriamo il coperchio della scatola e usando il brayer passiamoci sopra diverse volte, per permettere al rullo di pareggiare perfettamente la superficie.

13 Con il cutter pareggiamo i bordi, eliminando l'eccesso di polymer clay.

14 Ora condizioniamo circa metà panetto di fimo soft nero. Dividiamolo in due metà, ed usiamo il primo quarto. Una volta condizionato, lo passeremo nella macchina della pasta più volte, almeno quattro. Poi creeremo un cilindro, che faremo passare fra i rulli della macchina della pasta posizionati sulla tacca che precede il massimo spessore. Il lungo log piatto che ne ricaveremo dovrà essere sufficiente per coprire la circonferenza della scatola e avanzarne un pò.

Image15 Usando sempre grande attenzione, appoggeremo questo nostro nastro nero sul bordo del coperchio. Con le dita, man mano che lo faremo aderire tasteremo per accertare l'eventuale presenza di bolle d'aria, che se presenti elimineremo punzecchiando per fare uscire l'aria, e con le dita poi "carezzeremo" il clay fino a farlo tornare liscio. Quando giungeremo al punto in cui il nastro nero si congiunge con la sua estremità, per circa mezzo centimetro lo sovrapporremo. Poi taglieremo via l'eccesso, con un bel taglio netto, e con le dita renderemo invisibile la giunzione (è semplicissimo, basta un movimento ripetuto di avanti e indietro, eseguito delicatamente).

progetto pasta sintetica scatolina16 Sicuramente un pò di p. clay eccede dal bordo della scatolina, quindi bisogna tagliarlo. Ecco come: appoggiamo il coperchio sulla mattonella, e con la lama asportiamo l'eccesso, appoggiandola, mentre tagliamo, sul bordo in cartoncino per avere la mano più ferma.

progetto pasta sintetica scatolina17 Mettiamo da parte il coperchio ed occupiamoci del fondo. Condizioniamo il secondo quarto del panetto, se già non l'abbiamo fatto prima, ed alla fine uniamo i resti del nastro piatto, sempre condizionando. Facciamo una sfoglia, sempre dello stesso spessore del nastro, e stendiamola sulla mattonella. Ora appoggiamoci il fondo della scatolina, che useremo come guida per tagliare un cerchio.

18 Il cerchio tagliato è il fondo della nostra scatolina. Se non ha aderito da solo, lo faremo aderire noi, sollevandolo delicatamente ed appoggiandolo sul cartoncino. Ora ripetiamo esattamente le operazioni del passo in cui spiego come creare un nastro (passo 14). progetto pasta sintetica scatolinaUna volta che l'avremo creato, ripeteremo le procedure del passo 15, ma facendo bene attenzione a non oltrepassare la riga che avevamo tracciato all'inizio. Non preoccupatevi se l'eccesso di polymer clay è tanto, tutto ciò che eccede si taglia senza difficoltà.

19 Rifiniamo con le dita, dopo aver tagliato l'eccesso, le giunzioni tra il cerchio del fondo ed il nastro che costituisce il bordo.

progetto pasta sintetica scatolina20 E' tempo di fare una prova, per verificare se il coperchio ed il fondo della scatola sono stati coperti a dovere. Basta chiudere la scatolina come si farebbe normalmente, ma badando bene a non imprimere impronte sul polymer clay.

21 Appoggiamo sulla mattonella tutte e due le parti della scatoletta, con il fondo a contatto con la mattonella. Esercitiamo una leggera pressione per farle aderire alla mattonella. Questo previene la formazione di bolle d'aria. Nel forno preriscaldato a 130 gradi, le lasceremo per venticinque minuti circa. Prima di inserirle avremo avuto cura di coprirle con un foglio d'alluminio.

22 Non toccate le due parti per nessuna ragione finchè non saranno ben fredde. Volendo abbellirla ulteriormente prendete del velluto adesivo e rivestitene l'interno.
 

Le immagini e l'idea di questa particolare realizzazione sono un copyright (c) di Hobbydonna.it

E' proibita la riproduzione per scopi commerciali.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla Newsletter

Iscrivendoti alla newsletter di Hobbydonna rimarrai aggiornata su tutte le nostre novità!
Non ti invieremo MAI spam... garantito!
I agree with the Privacy policy

Link consigliati

Calendario Fiere

Aprile 2019
L M M G V S D
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 1 2 3 4 5