Calze Adari 2Bello anche cimentarsi nella realizzazione di un paio di caldissime calze realizzate ai ferri. Come farle? Seguendo il tutorial pubblicato si Hobbydonna.

cap-hut 2Questo modello fa parte della rivista Idee e Filati Speciale n.56 ed è gentilmente offerto da Lane Mondial Per informazioni sul filato chiedi notizie al num. verde 800-066-833 o scrivendo un e-mail a info@lanemondial.it

Pubblicità

 

 

MATERIALE:

Filato POLARI S
Col. 563 gr. 100 – C ol. 100 gr. 50
Ferri n. 3 - 4
Taglia: mis. 37/38 = 26 cm.
Uncinetto: 2,5
difficoltà: media

PUNTI IMPIEGATI:

Nella nostra Scuola di Maglia troverai le spiegazioni per la maglia diritta, maglia rovescia, l'avviamento delle maglie in maniera tubolare, la chiusura delle maglie in maniera tubolare

m. ras. dir. , punto coste 1/1 riga punto noccioline: 4 m. nella stessa m. (1 dir. 1 dir., rit., 1 dir., 1 dir. rit., accavallare le m. una sull’altra: la 2° sulla 1°, la 3° sulla 1°, la 4° sulla 1°)

ESECUZIONE:Calze Adari

Con i f. n. 4 e il filato col rosso n. 563 avviare 27 maglie (sempre dispari) per questo modello.
Iniziare con la parte dietro della calza (gambaletto) a p. coste 1/1, tenere la 1° m. morbida, dopo la penultima m. tenere il filo davanti e passare l’ultima m. senza lavorarla, prendendola a rov. (le m. che si passano senza lav. si prendono sempre a rov.) 1° f: 1° m. dir. poi p. coste 1/1 iniziando con 1 m. dir. 2° f: 1° m. dir. poi p. coste 1/1 iniziando con 1 m. rov. Rip. questi due ferri fino alla lunghezza desiderata ( cm. 15 per le calze corte).

DIMINUZIONI (tallone dietro): cambio f. con n. 3 - lav. la 1° e l’utlima m. tenendole morbide.
1° f.: (dir del lav) 1° e 2° m. a dir., accavallare la 1° sulla 2° e proseguire a dir., passare l’ultima m. senza lav. tenendo il filo dietro al lavoro.
2° f.: (rov del lav) 1° e 2° m. a rov., accavallare la 1° sulla 2° m. e proseguire a rov, passare l’ultima m. senza lav. tenendo il filo davanti al lavoro.
Rip. il 1° e 2° f. fino ad avere 7 m. sul ferro.

AUMENTI (tallone sotto) e unione delle due parti del tallone
1° f.: tutto a dir., nel corso degli aumenti lav. sempre anche l’ultima m.
2° f.: inserire l’uncinetto, sul dir. del lav., nel piccolo foro laterale (che si è formato passando l’ultima m. del ferro prec. durante le diminuzioni), estrarre il filo dal rov. al dir., metterlo sul ferro sx, stringere, lav. tutte le m. a rov.
3° f.: inserire l’unc. come descritto nel 2° f., estrarre il filo dal rov. al dir., metterlo sul ferro sx, stringere, lav. tutte le m. a dir.. Aumentare e unire le parti sempre solo all’inizio di ogni ferro, sia a dir. che a rov., fino ad avere il n. delle m. iniziali. Arrivati all’ultima riga degli aumenti (siamo sul dir. del. lav) passare l’ultima m. senza lav. tenendo il filo davanti al lav. Proseguire a m. rasata diritta, iniziando con 1 f. a rov., per lunghezza necessaria alla soletta (cm. 11 per la taglia indicata) in questo modo: lavorare la 1° m. di ogni f. a diritto, dopo la penultima m. tenere il filo davanti e passare l’ultima m. senza lavorarla. Dal f. succ. a diritto inizio righe bianche: lav. 2 f. in col. bianco n. 100 e 2 f. in col. rosso n. 563 alternati (n. 9 righe bianche), senza tagliare il filo.

DIMINUZIONI (punta sotto): idem come tallone dietro

AUMENTI (punta sopra) e unione delle due parti della punta: idem come tallone sopra
Riprendere i ferri di partenza, proseguire a m. ras. dir., unendo le due parti fino alla fine senza aumenti e diminuzioni, in questo modo:
Prima m. del f. prec.), estrarre il filo dal rov. al dir., metterlo sul ferro di dx senza lav., filo davanti, lav. a rov. la m. succ.(quella passata nel f. prec), accavallare la 1° m. sulla m. eseguita, lav. il f. a rovescio, passare l’ultima m. senza lav. tenendo il filo davanti. 2° ferro: (dir. del lav.) inizio righe bianche col. 100: inserire l’uncinetto come descritto nel 1° f., estrarre il filo dal rov. al dir., metterlo sul ferro di dx senza lav., lav. a dir. la m. succ. (quella passata nel f. prec.), accavallare la 1° m. sulla m. eseguita, lav. il f. a diritto, passare l’ultima m. senza lav. tenendo il filo dietro. Alla 20° riga bianca lav. il 1° f. a p. noccioline: prima e ultima m. proseguire sempre per l’unione come precedenti, 2 m. dir., *4 m. nella stessa m. (1 dir. 1 dir., rit., 1 dir., 1 dir. rit., accavallare le m. una sull’altra: la 2° sulla 1°, la 3° sulla 1°, la 4° sulla 1°), 3 m. ras. dir.* rip. da * a *, 2 m. dir. 2° f. rov., anche la m. del p. noccioline. Alla 21° riga bianca lav. il 1° f. a p. noccioline : prima e ultima m. come prec., 4 m. dir., *4 m. nella stessa m. (1 dir. 1 dir., rit., 1 dir., 1 dir. rit., acc. le m. una sull’altra: la 2° sulla 1°, la 3° sulla 1°, la 4° sulla 1°), 3 m. ras. dir.* rip. da * a *, 4 m. dir. 2° f. rov. e ancora 4 righe m. ras. dir. alternando i colori.
Per il bordino (dir. del lav.): prima e ultima m. come prec., coste 1/1 iniziando con 1 m.dir. , per 3 f. 4° f. del bordo chiudere prendendo le m. a dir. o a rov. come si presentano.
Fissare i fili.

Le immagini e l'idea di questa particolare realizzazione sono un copyright (c) di Lane Mondial
E' proibita la riproduzione per scopi commerciali.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla Newsletter

Iscrivendoti alla newsletter di Hobbydonna rimarrai aggiornata su tutte le nostre novità!
Non ti invieremo MAI spam... garantito!
I agree with the Privacy policy

Link consigliati

Calendario Fiere

Agosto 2019
L M M G V S D
29 30 31 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31 1