Capita spesso che un maglione a cui siamo particolarmente affezionate o che abbiamo onfezionato con tanto amore si consumi, si buchi o si strappi. Niente paura! In questo articolo vi spiegheremo come  effettare il rammendo di un buco, come eseguire un rinforzo o mettere una toppa ad una maglia.

Rinforzo

E’ questa ovviamente l’operazione più facile e più saggia in quanto il rinforzo risulta quasi invisibile e garantisce al capo una lunga durata.
La tecnica è la seguente: si prende un filo della stessa lana usata per l’esecuzione oppure un filo che gli assomiglia (in vendita si trovano anche delle trecce con fili di lana in vari colori) e con un grosso ago, possibilmente dalla punta smussata, si ripetono i giri consunti, maglia per maglia. Il procedimento è lo stesso del punto maglia: si infila l’ago da destra verso sinistra nella prima maglia in basso, quindi sempre da destra verso sinistra, nella prima maglia in alto. Si infila nuovamente l’ago   in basso nella prima maglia e lo si fa uscire nella seconda: ad ogni movimento si tira il filo.

rammendo-rinforzo-maglie

Pubblicità



Giunti dove non è più necessario  il rinforzo, si ripetono ancora due maglie per rinforzare ulteriormente il lavoro, quindi si taglia il filo sul rovescio e si inizia un altro giro.
Se la lana è molto grossa e si vuole rendere il rinforzo più leggero ed invisibile, conviene separare uno o due capi della lana, così da ottenere un filo più sottile. Con questo sistema si può rinforzare solo il jersey diritto. Se il capo è a jersey rovescio, basta fare il rinforzo sul rovescio del lavoro. Per rinforzare altri punti è necessario ricorrere ad una toppa a maglia, come spiegheremo più avanti, perché non è possibile fare altrimenti.

Toppa a rammendo

Se non avete provveduto a fare il rinforzo e se il buco è piuttosto piccolo, tanto da non giustificare il rifacimento di tutto il pezzo ai ferri, si può ricorrere ad una toppa a rammendo. Prima di tutto si riduce il buco ad un quadrato od ad un rettangolo, tagliando i margini sfilacciati; poi sui lati si sfilano le maglie mettendo bene in evidenza gli occhielli dei punti in sospeso.

rammendo-toppa-step01

Si cuce questa parte del lavoro su un cartoncino affinché non si sformi e con una gugliata di lana più sottile di quella usata per confezionare il capo, si riprendono tutte le maglie collegandole tra loro con un punto alto quanto il buco.
Si procede come sempre da destra verso sinistra.

rammendo-toppa-step02

 Con una gugliata identica a quella usata per il lavoro, si esegue infine il punto maglia sui fili tesi incominciando dal giro più basso a destra. Si rifanno all’inizio due delle maglie precedenti il foro, così che il lavoro non si sfili, poi si riprendono i fili più vicini di due maglie diverse e si passa sotto i fili di sostegno di una stessa maglia. Si prendono i fili vicini della seconda delle maglie di prima e di una maglia nuova e poi i fili di sostegno. Si continua così per tutto il giro; arrivati in fondo si ripetono due maglie ed infine si taglia il filo.

rammendo-toppa-step03

Si ricomincia sempre da destra con gugliate nuove. Anche in questo caso il punto che si ricostruisce è il jersey diritto.

 

Toppa a maglia

Se il foro della maglia è molto grande o se il capo è eseguito con un punto diverso dal jersey, non rimane che rifare con i ferri la parte consunta. Si sfila, nella parte inferiore del foro un giro di maglia per tutto il tratto da rifare, poi si infila un ferro nelle maglie in sospeso.
Si riprendono verticalmente con altri due ferri le maglie ai lati, poi si incomincia a lavorare sul ferro orizzontale.
In fondo ad ogni giro, insieme all’ultima maglia del ferro orizzontale, si riprende anche l’ultima del ferro verticale.
Dopo aver rifatto tutto il pezzo non si intrecciano le maglie, ma si uniscono a quelle dell’indumento, a punto maglia.
I lembi della parte vecchia che rimane sotto, vengono ritagliati ad un centimetro dai lati e fissati accuratamente con un fitto sottopunto.

Un accorgimento prezioso  

Quando vi accorgete che i gomiti dei maglioni e dei golfini cominciano a diventare lisi non attendete che si rompano. Dopo aver eseguito sul rovescio un rammendo di rinforzo invisibile, staccate le maniche ed invertitele: attaccate cioè la destra al giromanica sinistro e viceversa. In questo modo al punto del gomito verrà a trovarsi una parte di manica ancora intatta che durerà a lungo.

 

Le immagini ed i testi sono un copyright (c) di Hobbydonna.it.
E' proibita la riproduzione per scopi commerciali.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla Newsletter

Iscrivendoti alla newsletter di Hobbydonna rimarrai aggiornata su tutte le nostre novità!
Non ti invieremo MAI spam... garantito!
I agree with the Privacy policy

Link consigliati

Calendario Fiere

Aprile 2019
L M M G V S D
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 1 2 3 4 5