Fin dai primi giorni, e per tutto dicembre, sarà bene avere particolare cura del fegato e dell’intestino per far fronte alle abbuffate di Natale e fine anno. 
Questi consigli di bellezza e benessere naturale sono offerti dall'Almanacco Barbanera dal 1762, il più celebre almanacco d'Italia.

Cenone di Natale
photo credit: pixabay.com

PRONTI PER LE FESTE

Con o senza neve, arrivano le feste, quasi sempre accompagnate da gustosi strappi alle regole. Quante volte, poi, subito dopo, ci si pente e si corre ai ripari per depurarsi con diete “fai da te”! Che possono rivelarsi più dannose che benefiche.
Allora quest’anno pensiamoci prima. Ecco gli accorgimenti fondamentali per non trasformare il mese della festa più importante dell’anno nel mese più problematico per la forma e la salute.
Fin dai primi giorni, e per tutto dicembre, sarà bene avere particolare cura del fegato e dell’intestino che, funzionando meglio, smaltiranno più efficacemente l’eccesso di grassi e zuccheri tipici del periodo.
Per il fegato, assumete una tisana depurativa di cardo mariano e carciofo, alla sera dopo cena, con un po’ di miele.
Per l’intestino, prendete invece dei probiotici – fermenti lattici – al mattino e degli enzimi in capsule a pranzo, che favoriscono la salute della flora batterica e il buon funzionamento del metabolismo intestinale.

Pubblicità

PIÙ BELLI E IN FORMA

Ricci definiti

Per domare e definire i riccioli ribelli, in vista delle serate di festa, lavateli con uno shampoo ricco di burro di karité. Quando sono quasi asciutti, districateli con un pettine a denti larghi, non con la spazzola, e terminate definendo la pettinatura con gel di aloe vera.

Esercizi per le spalle

Lunghe ore trascorse davanti al computer provocano contratture e indolenzimento alle spalle. Rilassatele con un semplice esercizio: con una mano spingete in basso la spalla, con l’altra spingete la testa verso la spalla opposta. Mantenete la posizione per 20 lenti e profondi respiri. Ripetete dall’altro lato.

Più energie con il ginseng

Se fate fatica a trovare le giuste energie al risveglio, prima di fare colazione versate in una tazza di acqua calda il succo e la buccia di un limone biologico, un pizzico di ginseng e uno di guaranà in polvere, poi addolcite con miele.

Infuso di ginseng
photo credit: fitmivida.com

 

IL LINGUAGGIO DEI FIORI

Calliandra, fiore dell’ardore giovanile

La Calliandra tweedii è chiamata anche “mimosa rossa” per la somiglianza del suo fogliame finemente pennato con quello della mimosa pudica e per l’abitudine comune di ripiegare e unire le foglioline lungo l’asse sia di sera sia col brutto tempo. La pianta mostra la sua curiosa bellezza donando degli insoliti fiori simili a soffici piumini di cipria. In realtà i lunghi filamenti scarlatti di questo “piumino”, tanto simili a petali, sono gli stami, che hanno la funzione di attirare l’attenzione degli insetti. La calliandra, con quel suo fiorire di un rosso fiammeggiante, è un autentico spettacolo della natura. Per il suo colore così vivo che contrasta con la morbidezza degli stami, simili a un morbido piumino, nel linguaggio dei fiori è simbolo del giovanile innamoramento.

Calliandra
photo credit: pixabay.com

Hanno detto:

L’aspetto delle cose varia secondo le emozioni; e così noi vediamo magia e bellezza in loro, ma, in realtà, magia e bellezza sono in noi.
Kalhil Gibran

Le immagini e l'idea di questa particolare realizzazione sono un copyright (c) di Hobbydonna.it
E' proibita la riproduzione per scopi commerciali

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla Newsletter

Iscrivendoti alla newsletter di Hobbydonna rimarrai aggiornata su tutte le nostre novità!
Non ti invieremo MAI spam... garantito!
Confermo di aver letto la Privacy policy e acconsento al trattamento dei miei dati

Link consigliati

Calendario Fiere

Dicembre 2018
L M M G V S D
26 27 28 29 30 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31 1 2 3 4 5 6