Questa rubrica è stata gentilmente offerta dall'Editoriale Campi che pubblica l'Almanacco Barbanera, dal 1762 il più celebre almanacco d'Italia.

Rosa caninaLe erbe “antifreddo”

L’inverno porta con sé, insieme alle tanto attese feste, anche i classici disturbi cosiddetti “di stagione”, come il raffreddore e la tosse. La rosa canina è una fonte naturale di vitamina C, combatte le infezioni e aumenta l’energia. E quando le temperature scendono, il suo infuso, una tazza tiepida al giorno con miele di eucalipto e qualche goccia di limone, è davvero salutare. Anche il timo aiuta contro la bronchite, la laringite e il raffreddore. Se ne può trovare lo sciroppo balsamico oppure si usa 1 goccia del suo olio essenziale per massaggiare il petto, diluita in 1 cucchiaio di olio di sesamo. Ma attenzione alla pelle sensibile, perché è molto forte. Se invece si pensa ad un’azione preventiva per mantenere libere le alte vie respiratorie, si deve adottare la buona abitudine di fare dei suffumigi alla sera, versando in 1 litro di acqua calda e fumante 2 gocce di olio essenziale di pino, 2 di eucalipto e 1 di timo. Poi se ne respirano a fondo i vapori balsamici.

Pubblicità

PIÙ BELLI E IN FORMA

Rinnovare un po’ il look

Un nuovo look in vista delle feste imminenti? Dopo lo shampoo tamponate i capelli con l’asciugamano, prendete una ciocca e arrotolatela verso l’esterno fino a quando non si avviluppa su se stessa. Poi fermatela con una molletta. Quando tutte le ciocche sono arrotolate, per fissare i riccioli usate il phon a freddo.

Un viso luminosomiele e arancia

Per illuminare il viso stanco, molto efficace una maschera a base di miele e succo di arancia, che vanno mescolate. Se invece la pelle appare arrossata, vanno utilizzati miele e polpa di papaia. Le maschere di bellezza si tengono in posa per 15 minuti, poi si sciacquano con dell’acqua tiepida. Quindi trattate la pelle ancora umida con un po’ di olio di avocado o di argan oppure di mandorle.  

Bagno rilassante al tiglio

Per essere belli e rilassati ecco un ricco bagno rilassante, perfetto per le feste. Mettete in infusione per 2 ore 100 g di fiori di tiglio in 2 dl di latte di avena bollente. Filtrate e aggiungete all’acqua del bagno.

IL LINGUAGGIO DEI FIORI

FelceLa felce, simbolo di prodigio

Una leggenda russa narra che nella notte di San Giovanni i contadini si recavano nella foresta con la speranza di assistere ad uno spettacolo prodigioso: a mezzanotte le felci potevano far apparire un fiore risplendente come l’oro. Chi avrebbe assistito a tale fioritura aveva la possibilità di conoscere il futuro e, secondo una credenza boema, avrebbe ottenuto la chiave per scoprire tesori nascosti. Si affermava, inoltre, che il fiore della felce si schiudesse nella notte di Natale e in quella di San Giovanni, in occasione quindi dei solstizi. Questa pianta ha sempre ispirato simbologie positive: per gli antichi era la pianta dei prodigi.

 

Hanno detto

La bellezza è estasi; è semplice come il desiderio del cibo. Non si può dire altro sostanzialmente, è come il profumo di una rosa: lo puoi solo odorare.

William Somerset Maugham

 

 

Le immagini e l'idea di questa particolare realizzazione sono un copyright (c) di Hobbydonna.it

E' proibita la riproduzione per scopi commerciali.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla Newsletter

Iscrivendoti alla newsletter di Hobbydonna rimarrai aggiornata su tutte le nostre novità!
Non ti invieremo MAI spam... garantito!
I agree with the Privacy policy

Link consigliati

Calendario Fiere

Giugno 2019
L M M G V S D
27 28 29 30 31 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30